Qui tutto è vivo.
Cantano le pietre erette sulle torri e sui palazzi.
Voce di quel che fu s’ascolta ancora per le strade,
le piazze e le fontane.

Città dal nome strano e dai colori gravi,
dalle spalle possenti e vigorose:
suoni ancora nei versi di Dante
e s’ode tra il clamore delle croci, delle spade
del sangue e le campane
quel grido del tuo popolo contro la tirannia

Qui tutto è vivo.
Cantano le pietre erette sulle torri e sui palazzi.
Voce di quel che fu s’ascolta ancora per le strade,
le piazze e le fontane.
Città dal nome strano e dai colori gravi,
dalle spalle possenti e vigorose:
suoni ancora nei versi di Dante
e s’ode tra il clamore delle croci, delle spade
del sangue e le campane
quel grido del tuo popolo contro la tirannia